CLICK HERE FOR MORE PHOTOS

Virtual Symmetry © 2017 all rights reserved
Website layout & coding by Gustavo Sazes

“Già solo il nome della banda esprime una ricerca della perfezione, non solo nella creazione musicale, ma anche come attitudine verso la vita. Ed è proprio questo approccio che ha permesso di portare alla luce una proposta decisamente interessante e non decisamente personalizzata.
Un lavoro egregio ed energico, sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista emotivo.”


G. Pasinato – METALHAMMER.IT

“When it comes to “traditional” prog metal, Dream Theater is the gold standard by which many bands aspire to and ultimately are judged by. Virtual Symmetry are no different. However, they take it one step further by recruiting Dream Theater’s Jordan Rudess to play on a track from their new album, “Message From Eternity.” Virtual Symmetry have a lot of potential; had the tracks been sequenced differently and the drums louder, this could have been just amazing. It’s still pretty darn good.”

Rob Pociluk – PROGRESSIVEMUSICPLANET.COM

“Il disco è una cosa allucinante, di una fattura musicale pazzesca. Con la scelta dei suoni, la parte grafica e l'utilizzo di alcuni strumenti quasi "estranei" al genere (sax nel primo atto della suite) hanno realizzato un prodotto di spessore!”

S. Tarenzi

“Non ci troviamo dinanzi ad uno spettacolo circense, nel quale ognuno cerca di far bella mostra delle proprie capacità, qui tutti collaborano per la stessa causa. I brani fanno largo uso di melodie, ma c’è spazio anche per l’aggressività e la ricercatezza sonora, c’è tanta voglia di esplorare e mettersi in gioco, senza per forza rimanere nella zona di sicurezza che porta ad un risultato certo.Un lavoro di grandissimo valore tecnico-compositivo, ma con, allo stesso tempo, tanto cuore ed emozione.”

S. Mastronicola – METALINITALY.IT

“Finalmente una band che suona da paura, riesce ad alternare tecnica, melodia e metal in maniera magistrale, senza però risultare la copia esatta del quintetto d'oltreoceano (Dream Theater). Hanno un'identità tutta loro, suoni mai sentiti prima, pezzi tirati e altri più melodici e una Suite da paura che lascia veramente a bocca aperta, piena di atmosfere Floydiane.”

F. Tazzioli

“La perizia con cui i musicisti suonano e la passione che trasuda da ogni nota, da ogni accordo, da ogni modulazione armonica, tiene appiccicato l'ascoltatore alla sedia fino alla fine ed oltre! Con questo album i confini della Musica si sono allargati! Da chitarrista quale sono, posso dire che ciò che stupisce non è solo il virtuosismo di Villa, ma l'elevata onda estetica che comunica tutta la bellezza del Creato!”

S. Tonellotto - Human Rights Acoustic Band

“I Virtual Symmetry, originari di Milano, ci propongono il loro “Message from Eternity” con il chiaro obiettivo di trasmettere tutta la loro passione e tutta la loro voglia di stupire l’ascoltatore con un perfetto mix di tecnica, brillantezza, suoni cristallini e melodia. Quello che colpisce è la freschezza delle composizioni, la capacità di mescolare sapientemente metal, jazz, pop unendo atmosfere rarefatte a spunti di metal moderno e di qualità.”

Alessio – METALBLOOD.ORG

“I Virtual Symmetry hanno tirato fuori un lavoro senza pecche, che suona pure bene (meglio degli ultimi dischi dei DT). Pur non essendo molto più in questo genere, un lavoro fatto bene e con passione lo si riconosce! Chapeau ragazzi! Avanti così!

R. Seph Erulo - Musicista e compositore

“E’ davvero un piacere lasciarsi trasportare in questo immenso lavoro fatto di note, passione, impegno, determinazione, sentimento, o più semplicemente, amore e dedizione per la musica. Sono un grande amico di Valerio e, inizialmente, il mio ascolto era “condizionato” da un senso di forte empatia ed orgoglio per il suo lavoro. Oggi, tuttavia, mi ritrovo a cantare questi pezzi proprio come un ascoltatore qualsiasi che attende impaziente il primo concerto dal vivo. E tutto ciò mi sorprende ancora di più! Non servono altri commenti di valore tecnico, in ogni caso elevatissimo, ma solo tantissimi complimenti a tutti i membri di questo fantastico gruppo!!”

D.Volpi

“Oltre a vedere presenti ospiti illustri del panorama prog internazionale, si può assistere alla nascita di una band con un profilo tecnico altissimo e una personalità abbastanza ben definita. Già dal nome della band traspare un'attitudine "positiva" alle energie che vogliono essere convogliate. Per essere un album d'esordio siamo a livelli eccessivamente alti. Ancora i miei complimenti agli amici che mi hanno permesso di seguire da "insider" la genesi di questo lavoro.”

J. Fusilli – prog metal Fan

“Debut album long in the making from this wonderfully melodic Italian band. Great melodies, passionate vocals and a 23-minute epic to finish the album, which also includes a great guest appearance by the one and only Jordan Rudess on keyboards!”

PROGMETALZONE.COM

“Qui non ci sono solo grandi musicisti/artisti, ma ci sono anche grandi persone che vogliono farvi emozionare a ''tutti i costi'' e in ''tutti i modi''. C'è la volontà e la forza di voler emozionare fino in fondo. L'emozione non si può creare, non si può distruggere... esiste e basta... e può essere solo trasferita. Alla fine del viaggio questo e' il mio intimo ''Message from eternity''. Questi sono i Virtual Symmetry.”

M. Costarini

“E' una settimana che sono in fissa con questo album semplicemente meraviglioso! E' una settimana che ascolto in loop la suite Message from Eternity Grazie ragazzi per aver regalato a noi Dreamers amanti del prog un capolavoro... Ora aspettiamo un live per esaltare le vostre immense doti tecniche.”

L. Siani - prog metal fan

“Non sono mai stata appassionata di progressive, tuttavia la dolcezza di alcune melodie e l'elettricità della passione che trasmette è qualcosa che apre le porte dove fin'ora questo genere era considerato di nicchia. Ascoltarlo è stato davvero emozionante.”

M. Marchiorello

“Questo album è Tutto. È emozione, gioia, bellezza, energia, commozione. È ciò che si dovrebbe provare ascoltando Musica, con la emme maiuscola. È un viaggio che ti porta a scoprire quanto di meraviglioso può regalarti quest'arte quando chi la compone dona tutto se stesso. Chiudete gli occhi, ascoltate e lasciatevi trasportare...”

M. Ruzzante - prog metal fan